Gli haiku in testa

Ho deciso di scrivere un haiku(*) per ognuna delle serate di questa stagione dei Libri In Testa. Ecco i primi tre.

(serata dedicata a "Il gattopardo" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa)

Pensa principe!
Radici siciliane,
Oggi, l’Italia.

(serata dedicata a "Cattedrale" di Raymond Carver)

Vite minime
Gigante America,
ecco le storie.

(serata dedicata a "Morte a credito" di Louis-Ferdinand Céline)

Nel tuo delirio,
poeta e bastardo,
Parigi brucia



(*) mi sono attenuto alla forma classica dell’haiku, così come è stata codificata nel Giappone del XVII secolo. E dunque: tre versi, il primo di cinque sillabe, il secondo di sette, il terzo di cinque.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Gli haiku in testa

  1. elviocipollone ha detto:

    carina quest’idea degli haiku, ne propongo uno per l’intera esperienza de ilibrintesta:

    Dalla lettura
    ogni cosa ebbe inizio
    e in essa finì.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...