Franca Figliolini, Dal silenzio che mi preme dentro

LA FINE DELLA STORIA

non diremo il perché né il come
si sia giunti a questo punto
né di che punto si tratti

ne osserveremo l'astrattezza geometrica
la inevitabilità intrinseca
e passeremo oltre
:
non ci si può fermare su un punto
per quanto ci si faccia piccoli e inessenziali
è impossibile, impossibile
credetemi, impossibile

proseguirà il silenzio
quello di poi sarà come quello di prima
e non ci sarà niente da imparare
tutto avremo scordato
anzi, non lo avremo mai saputo

le stelle fisse ci fisseranno attonite
cercando di studiare
le nostre orbite iperboliche

I MATEMATICI

I matematici passeggiano assorti
parlano tutti la stessa lingua
muovono le mani
e inclinano la testa d'un lato

Poi alzano lo sguardo
e s'imbevono di tramonto
ben sapendo l'assurdità della bellezza
e quel vuoto di senso

conficcato al centro delle cose

I due testi provengono dalla raccolta poetica di Franca Figliolini (Roma, 1958) intitolata Dal silenzio che mi preme dentro, pubblicata quest'anno per Rosso Venexiano. Una poesia misurata, essenziale e profonda ma, forse per la formazione matematica dell'autrice, d'improvvisi risvolti che ne ribaltano in chiusura le iniziali certezze. Il dolore non è misurabile, la forza che ne deriva può distruggere e distruggerci e i due punti, usati spesso, più che dimostrare prendono le distanze perché non si sa dove andranno "tutte queste mani e volti e nuche e parole / queste vite che ho amato /  in quale nulla di nulla si perderanno / senza un ricordo / senza nessuno che pronunci più i nomi / disperse onde / in un mare di cupo cobalto".  Resta il nulla e "quel vuoto di senso / conficcato al centro delle cose", e la poesia di Figliolini ne coglie diversi aspetti, con una luce azzurra che dissecca le labbra, tesa a riempire il buio, pronta a cogliere riverberi di luce,  gesti quotidiani, accenni di verità.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...