"il mio lettore abituale"

A volte, se devo essere sincero, la trovo una magra consolazione, ma giunto all’età di quarant’anni considero il mio vecchio amico dei bei tempi, il mio lettore abituale, come il solo confidente che mi rimanga, in una profonda continuità di rapporti; molto prima che io compissi vent’anni, con una certa solennità fui invitato, da colui che è stato il più sollecitante e il meno presuntuoso tra gli artisti che ho conosciuto personalmente, a considerare con animo fermo e sobrio le delizie di una tale relazione, per quanto strana o terribile possa essere; nel mio caso, capì che prima o poi mi sarei trovato alle prese con un problema del genere. La difficoltà sta nel fatto che uno scrittore non può rendersi conto di queste delizie se non ha la più pallida idea di come questo suo lettore abituale sia fatto.

SalingerLogo ILIT

(J. D. Salinger, Seymour. Introduzione, in: Alzate l’architrave, carpentieri e Seymour. Introduzione, trad. Romano Carlo Cerrone, Einaudi, Torino, 2010, pagg. 81-82 )

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a "il mio lettore abituale"

  1. utente anonimo ha detto:

    a me piace l'altra faccia del potere e gli infami di vittoria seminara

  2. utente anonimo ha detto:

    a me piace l'altra faccia del potere e gli infami di vittoria seminara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...