Giorgio Luzzi, Sciame di pietra

*

L'ordine dell'ironia è stato traslatato.Giorgio Luzzi, Sciame di pietra
Avanzano le schiere corrucciate della specie
i fronti massicci del bisogno. Occorrono
sabbia e farina per i morti, calce
e pane derelitto, poche croste.
Ci si decide a scendere nel parco
a infiammare le torce a inoltrarsi nei boschi.
Drappelli eletti e muti ci chiedono conto dei patti
voltano cautamente il garrese sotto le carezze,
le piume ardenti, gli irti
peli accendono i denti dentro il folto.
Alcuni di loro torneranno all'alba.
Il vecchio ordine morale rimarrà inadempiuto.

*
in faccia ai libri, al tramonto, senza un'idea
intrecciato, conserto, congelato, stretto
a un patrimonio estinto, un sole di taglio
che pare novembrino e è di marzo, un vetro
spaccato, un soffio, forse un felino, ignoro
se fraterno o assassino, nel sole, in faccia
ai libri, senza un programma, della carne
distratta, controsole, spaccata e lucida, umida,
ferina, nel tramonto, tra libri indifendibili, pure
munizioni, non un'idea, quel soffio
felino, il vetro rotto, carne da taglio, vetri
intatti che cominciano a tremare, l'attacco
vicino, forse qui, senza un'idea di chi
vincerà, del perché, degli occhi del presidente
convergenti, intontiti, della lingua, atroce
gnaulìo, che ride e cambia tono, nom de Dieu…

Le due poesie proposte sono tratte dall'ultimo lavoro poetico di Giorgio Luzzi, Sciame di pietra (Donzelli, 2009): denso e còlto lavoro che con un linguaggio affilato e contundente esplora (percuote) i nostri tempi. Dalle varie guerre sparse nel mondo, risalendo all'indietro nella Storia umana. Così, riflettendo sulle tante atrocità commesse dagli uomini, mette gli occhi nel "buio boreale", nel terrore e nel vuoto che nutre i nostri giorni.
Sciame di pietra è un libro affascinante e lucido, da leggere con attenzione, così da afferrare al volo ogni verso, ogni parola, ogni singolo sasso dello sciame.
Il libro è finalista al Premio Camaiore.

Giorgio Luzzi (1940) vive attualmente a Torino. Traduce dal francese e dal tedesco. Tra i suoi libri di poesia: Mosaico dei rifugi (Crocetti, 1990); Predario (Marsilio, 1997), Talìa per pietà (Scheiwiller, 2003).

Gorgio Luzzi, Sciame di pietra (Donzelli, Roma, 2009, pp.118, euro 14,00)

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Giorgio Luzzi, Sciame di pietra

  1. utente anonimo ha detto:

    il mio commento sul libro "Sciame di pietra" si trova sul mio blog. Se foste interessati potrete inoltrarlo all'interessato, o fami avere sua E-mail di riferimento. Grazie. Ninnj Di Stefano Busà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...