Un po' infelice di non essere realtà

Giorgio Ficara

Alessandro Piperno

Franco Cordelli

Theodor W. Adorno

James Joyce

Antefatto: Giorgio Ficara ha scritto un libro in cui invita a non archiviare la letteratura del Novecento. Alessandro Piperno ne ha stigmatizzato l’eccessivo pessimismo (Adorno cattivo maestro, Corriere della Sera, 4 agosto 2007). Franco Cordelli controbatte (Troppo facile denigrare il "noioso" Adorno, Corriere della Sera, 6 agosto 2007). Sempre sulle pagine del Corriere, oggi, Ficara stesso contribuisce alla polemica (una volta tanto si può usare questa parola senza sfumature negative). Riporto alcuni passi del suo intervento.

Per un lettore di romanzi a rigore non avrebbe alcun senso dirsi pessimista o ottimista sullo stato di salute del romanzo stesso. Il romanzo, in un certo senso, è sempre in pessima salute. Il benessere di prima, del realismo e del patto di rappresentazione, e il malessere di dopo, delle avanguardie e della rottura del patto di rappresentazione, non esistono che nella fantasia degli storiografi. Quando qualcuno chiedeva a Joyce: che deve fare un romanzo? Joyce rispondeva: rappresentare la realtà. Cioè essere un po’ al di sotto, un po’ "improprio" rispetto alla realtà, un po’ infelice di non essere realtà.

Il romanzo oggi è in crisi non perché Adorno ne minacci il futuro con le sue Note, ma perché i romanzieri sono troppo poco in crisi e hanno voltato le spalle al Novecento. Scrivono i loro romanzi come se il Novecento fosse una vecchia canzone che nuoce alla nuova, e dovessero liberarsene, non pensarci più. Al contrario, io credo che il nuovo sia dietro di noi, grande e tristemente abbandonato, non visto, non considerato; e il vecchio, così semplice, così spontaneo, così modesto, così ovvio, sia davanti a noi, "intuibile" come una pagina di rotocalco.

Dall’alto verso il basso: Giorgio Ficara, Alessandro Piperno, Franco Cordelli, Theodor W. Adorno, James Joyce

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...