BUDELLA (O MUTANDE) ALL'OPERA

La traviataCi sono dei film che non esiterei a mandare al macero, altri che considero stucchevoli e paragonabili alla marmellata che si appiccica alle dita e che non riesci più a staccare. Uno di questi ultimi è "Pretty Woman", una rivisitazione un po’ smielata della favola di Cenerentola. Eppure talvolta anche in questi film c’è qualcosa che li fa risalire nella mia stima, magari anche solo una singola battuta. E in "Pretty Woman" questa battura c’è. È nella scena in cui il miliardario col pelo nello stomaco (pelo che ovviamente sarà abbondantemente rasato nell’happy end) porta la puttana-cenerentola Vivian a vedere "La traviata" all’opera di San Francisco. I due si siedono, naturalmente nel posto migliore del teatro, e si sentono alcuni spezzoni di scene: l’inizio, un pezzo dell’aria che conclude il primo atto, l’amami Alfredo e le parole finali di Violetta. L’opera finisce, si accendono le luci, tutti applaudono e una signora dal palco vicino chiede a Vivian come ha trovato l’opera. Lei risponde: "mi si sono attorcigliate le budella" (nell’originale in realtà Vivian dice: "It was so good, I almost peed my pants!", ovvero: "È stata così bella, mi sono quasi pisciata nelle mutande!"  – noi diremmo: "me la sono quasi fatta sotto").
Be’, per me, in italiano o in inglese, è una battuta che non ha nulla da invidiare a tanti saggi sull’opera verdiana.
Sarà che mi piace la sintesi.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...