"Il male inconsapevole" di Alessio Brandolini,

Il ramo d’oro editore, 2005

 

 

“Sono lenti a passare

i malumori del mondo”

 

 

 

Questo cambio di millennio man mano che procede svela sempre più tutta l’ansia e il rancore e la frustrazione che il secolo scorso ci ha lasciato in eredità. È questa “l’azione imprevista dell’onda… più simile alla morte che all’erba”.

Il poeta si sente quasi sopraffatto dallo sgretolarsi impietoso del potere che elargisce lutti e dolori lungo la sua rovina, vive “giorni d’attesa rintanato nel tronco” e si consola con Jorge Eduardo Eielson “non sono io che soffro ma l’altro”. È con questo verso nello zaino che fa un giro nella città sepolta dai ruderi tra le “lamiere i rifiuti le porte d’aria” in una atmosfera quasi visionaria dove lo spreco della globalizzazione si contrappone alla carne lacerata degli uomini sottomessi.

Con un ritmo spezzato a tratti alterato direi quasi dalla rabbia per l’ingiusta morte che lascia indifferenti il poeta tenta piste alternative: la natura l’amore i corpi scambiati; e dopo il segreto di un’illusione (“la tua lingua feroce ferisce… e tutto finisce”) si aggrappa alle possibili salvezze: uno sguardo una gratitudine; lontano “dalle parole che fanno rumore”.

 

 

 

 

Annunci

Informazioni su elvio cipollone

Nato nel 1954 alle Cese, un paese della Marsica in provincia dell'Aquila, vivo e lavoro a Roma. Nel 1998 ho pubblicato il romanzo "Una sera d’inverno", ora disponibile nella seconda versione col nuovo titolo "Un filo di fumo sopra la neve". Nel 2003 "Crac", ora disponibile nella seconda versione col nuovo titolo "Il grande crac". Dal 2003 sono socio fondatore de I Libri In Testa: gruppo di provocazione letteraria volto alla promozione della lettura attraverso reading a tema. Dal 2006 collaboro alla rivista on line d'immagini, idee e Poesia: Fili d'aquilone. Nel 2008 il primo libro di poesie: "Rivoli e Amori", nel 2010 il secondo: "Isole e Terre rare". Il terzo romanzo: La stanza dei segni, è in fase di revisione editoriale. elcip@libero.it
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...