RICORDA CON RABBIA / 1. JOHN WHITING

Tra la metà degli anni ’50 e quella degli anni ’60, la scena teatrale inglese fu dominata dal movimento dei cosiddetti Angry Young Men, i "Giovani Arrabbiati", drammaturghi che esprimevano una critica radicale alla società del secondo dopoguerra. Una ribellione che non risparmiava nessuna istituzione, nata sulla scia della celebre opera-manifesto di John Osborne, "Ricorda con rabbia" (1957). Come tutte le etichette, tuttavia, anche quella degli "Arrabbiati" non teneva conto delle differenze che pure esistevano tra i vari autori, livellava tutte le sfumature.
Sto leggendo "Ribellione e rassegnazione", un saggio di Marowitz e Trussler dedicato proprio al teatro inglese di quel periodo. Vi compare una serie di interviste ai protagonisti di quella scena culturale. Voglio riportare qui alcune dichiarazioni. Inizierò da John Whiting(*)

Una rappresentazione di "A Penny For A Song"Il potere politico della destra in opposizione alla debolezza della sinistra dipende in parte da quello che è stato scritto. Non si è scritto niente sulla destra. (…) Il potere del Partito Conservatore deriva da un fattore negativo. (…) Il potere dei Conservatori deriva dalla mancata espressione della loro linea politica. Se mezza dozzina di persone si alzasse in piedi e dicesse sinceramente quello che pensa… Avete visto con quanto entusiasmo la stampa conservatrice pubblica articoli di scrittori socialisti? Non è affatto altruismo, per quanto essi dicano. E’ il vecchio trucco di lasciar parlare l’avversario finché non va a trovarsi in qualche dilemma insolubile.
Il Partito Conservatore ha imparato dagli uomini politici dell’Ottocento che il silenzio è un’arma.

(…)

Un’ultima cosa, una breve eresia, tanto per finire. Non siamo forse tutti vittime di un malinteso durato troppi anni? Non può darsi che le masse di tutto il mondo, di qualsiasi paese, non siano in realtà oppresse, ma solo ottuse? Non in senso peggiorativo. Forse non hanno bisogno di essere guidate, liberate, semplicemente di essere costrette a calci all’azione. Lo dimostra la storia di qualsiasi rivoluzione. Deprimente, non è vero?

(da un’intervista rilasciata a "Encore" nel 1961)



(*) John Whiting (1917-1963). Tra le sue opere principali: "Saint’s Day", "A Penny For A Song" (entrambe del 1951), "Marching Song" (1954) e il dramma storico "The Devils" (1961). E’ considerato il precursore degli "Arrabbiati", prima ancora del loro padre storico John Osborne.


Leggi tutti gli interventi di "Ricorda con rabbia": 01. John Whiting | 02. John Arden | 03. Robert Bolt | 04. Arnold Wesker

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...